Crea sito

Un anno di giochi su Xbox One #3

Il caldo mese di ottobre

Siamo giunti al terzo appuntamento con la rubrica Un anno di giochi su Xbox One e, dopo i titoli acquistati con la console al day one e i platform “regalati” con il Gold tra giugno e luglio, oggi facciamo un salto in avanti fino ad ottobre 2014. Un mese che sul fronte Xbox, grazie all’uscita di due esclusive di indubbia qualità, è stato molto caldo. La temperatura si è alzata parecchio fin dai primissimi giorni con l’arrivo sugli scaffali di Sunset Overdrive ma è stato a fine mese che i termometri sono diventati roventi grazie all’uscita di Forza Horizon 2.

Sunset Overdrive

  • Follia pura e divertimento assicurato
  • Insomniac ha creato un open world che sprizza follia da ogni suo bit, pieno di citazioni videoludiche e non, di armi del tutto fuori da ogni logica e nel quale anche tornare in vita è decisamente spassoso (grazie ai diversi respawn tutti fuori di testa).
  • Sunset City è ampia, viva e popolata da nemici diversi dotati di una buona IA e da affrontare …
  • … ognuno con le giuste armi, potenziabili (così come il nostro eroe) mediante un ben strutturato sistema di potenziamenti.
  • Stilisticamente superlativo, veramente bello da vedere con i suoi colori molto accesi, si presenta anche tecnicamente ben realizzato con il frame rate che non mostra incertezze.
  • Il sistema di controllo del pg è preciso, vario e molto appagante; grind, undergrind, salti, passeggiate sui muri, scivolate sull’acqua, etc. tutto da combinare assieme per spostarsi ovunque in Sunset City.
  • La storia avanza in modo molto piacevole ma è solo una minima parte delle avventure vivibili con il nostro eroe, infatti sono moltissime le missioni secondarie che possiamo affrontare e portare a termine alle quali si aggiungono le tante sfide disseminate per la mappa di gioco.
  • In cosa pecca? Nonostante il gran numero di armi disponibili, una volta presa confidenza con un dato armamentario idoneo ad affrontare la varietà di nemici, il gioco non spinge più di tanto a modificarlo (fatta eccezione per la voglia di saggiare con mano fino a che livello di spassosa assurdità Insomniac è riuscita a spingersi). Idem per il set di poteri assegnabili all’eroe. Segnalo inoltre un livello di difficoltà non così elevato.
  • Voto di GamingAddiction: 9
  • Consigli per l’acquisto: chi scrive ritiene che Sunset Overdrive sia la sorpresa videoludica dell’anno, da molti (me incluso) all’inizio è stato erroneamente sottovalutato. Vale tranquillamente l’acquisto a prezzo pieno; assolutamente da non farsi scappare se lo si trova scontato!

Forza Horizon 2

  • Semplicemente un C-A-P-O-L-A-V-O-R-O
  • Chi di voi non è estraneo a queste pagine conoscerà già un paio di mie considerazioni sul titolo:
  • L’ambientazione, che spazia tra la Francia meridionale e l’Italia settentrionale, è veramente suggestiva e si declina in una mappa di gioco molto ampia (3 volte quella già estesa del primo capitolo della serie).
  • E’ ricchissimo di contenuti (200 auto senza conteggiare i dlc e oltre 700 eventi disponibili) ma anche dotato di una varietà elevatissima; le tradizionali gare su pista, su percorso, in off-road e miste si affiancano agli eventi speciali, alle sfide disseminate per la mappa, ai rilevatori di velocità, ai segnali da abbattere, ai gioielli dimenticati da scovare, ai raduni online, etc.
  • Playground Games ha dimostrato di saper sfruttare molto bene le risorse hardware di XOne mettendoci davanti ad un gioco dalle ottime performance tecnico-grafiche. La risoluzione nativa è di 1080p e il frame rate rimane fisso sui 30fps. I modelli delle vetture (di tutte le vetture) sono eccellenti sia negli esterni che negli interni. Le scalettature sui bordi sono ridotte al minimo grazie al ricorso ad un pesante filtro antialiasing 4xMSAA. Tutto ciò in un free roaming caratterizzato da un notevolissima distruttibilità degli elementi e dalla totale assenza di incertezze nel caricamento in real-time degli scenari (anche quando si viaggia a tavoletta con le auto più veloci).
  • Il modello di guida deriva da quello di Forza Motorsport 5 ma è stato rivisto sia per tener conto della natura più arcade della serie Horizon sia per modificare in modo credibile il comportamento delle automobili alle mutevoli condizioni climatiche qui presenti.
  • Arcade sì ma fino ad un certo punto. Infatti la pioggia non è solo estetica ma rende le vetture più difficili da controllare e, disabilitando gli aiuti alla guida, occorreranno molta abilità e parecchia concentrazione per far andare la nostra macchina dove vogliamo che vada.
  • Per quanto riguarda l’IA, i drivatar già presenti in Forza Motorsport 5 ritornano anche in Horizon 2 ma è evidente che Turn 10 e Playground Games abbiano ulteriormente affinato gli algoritmi; il comportamento degli avversari, derivato dal reale stile di guida degli altri giocatori, rimane meno prevedibile rispetto a quello tradizionale (adottato nella versione per la X360) ma vengono meno quegli atteggiamenti troppo avventati. Insomma sembra che al sistema dei drivatar già molto buono siano stati smussati gli angoli, rendendolo ancora migliore.
  • Voto di GamingAddiction: 10
  • Consigli per l’acquisto: se il termine “capolavoro” e la promozione a pieni voti non fossero sufficientemente esplicativi vedo di ribadirlo senza mezzi termini. Chi possiede una XOne è autorizzato a non prendere Forza Horizon 2 solo se ha un odio viscerale per i racing game. Chi ama i racing game dall’orientamento arcade deve assolutamente giocarlo, anche a patto di comprare una Xbox One. Esatto, siamo davanti ad un system seller.